la grotta del sale : come funziona

 

La grotta del sale è un ambiente in cui si pratica l'haloterapia ovvero si respira il cloruro di sodio (il sale, appunto) in alta concentrazione. L'abitudine di curarsi nelle grotte del sale è molto antica, ma solo nel 1840 secolo il fisico polacco Felix Bochkowsky studiò scientificamente il fenomeno e, osservando i minatori di sale polacchi, si rese conto che avevano un tasso di infezioni respiratorie e di tubercolosi inferiore rispetto a quello medio del resto della popolazione. Teorizzò quindi che l'assorbimento delle particelle di sale attraverso pelle e polmoni desse benefici agli organi dell'apparato respiratorio, riducendo le affezioni come tosse, mal di gola, raffreddori allergici, asma, bronchite o sinusite. Il dottor Mstislav Poljakowski, che prese il suo posto all'autorità statale per la salute sul lavoro fondò vicino Cracovia la prima clinica del sale, che è in attività ancora oggi.

Negli anni Cinquanta del Novecento, i medici russi condussero degli studi sull'haloterapia e sui suoi benefici sulla salute, e durante il decennio successivo in tutta l'Europa orientale. Vennero aperte numerose cliniche del sale. Attualmente l'haloterapia nelle grotte del sale è un servizio diffuso nei migliori centri benessere di tutta l'Europa.

La grotta del sale moderna si avvale generalmente di camere di sale cioè di ambienti ricoperti completamente da salgemma o sale rosa dell’Himalaya pulito e secco, che viene ionizzato e nebulizzato, in una temperatura costante che si aggira tra i 18 e i 24 gradi, con un'umidità costante e un arredamento composto da sdraio o altre sedute confortevoli.

Le sedute, che durano in genere intorno ai 30 o 40 minuti, permettono al sale di venire in contatto con le vie respiratorie, favorendo l’espulsione del muco e beneficiando delle sue proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie nonché dell'alta concentrazione di sali minerali.

Nello specifico, la grotta del sale è progettata per replicare perfettamente il microclima che si troverebbe all'interno di una grotta salmastra naturale. La grotta del sale, oltre ad avere pareti, soffitto e pavimento completamente ricoperti di sale, viene dotata di un'atmosfera satura di cloruro di sodio attraverso dei particolari dispositivi che si chiamano halogeneratori o micronizzatori di sale, che riducono il sale in microparticelle che vengono quindi ionizzate. L'halogenatore mantiene anche sincronizzate granulometria, concentrazione del sale, temperatura ed umidità della stanza in modo che il microclima sia sempre costantemente sotto controllo. Un'eccessiva concentrazione di sale, infatti, risulterebbe dannosa per l'organismo. Il sale viene quindi mescolato con una corrente di aria che viene indirizzata in tutta la grotta del sale.

I benefici della grotta del sale

Le grotte del sale sono particolarmente indicate per chi ha disturbi all'apparato respiratorio come l'asma, la tosse, la sinusite, il ma di gola ma anche per contrastare le allergie e le infezioni ricorrenti all'orecchio. Naturalmente le grotte di sale non sostituiscono i trattamenti farmacologici, ma sono ottimo coadiuvante.

Alcuni studi clinici hanno dimostrato che l'aria salina inalata esercita un'azione antibatterica ed antinfiammatoria che coinvolge tutto il tratto respiratorio, riduce il gonfiore delle mucose e libera le vie aeree.

L'elemento di cui è composta la grotta del sale è, ovviamente, sale. Ma contiene anche calcio, iodio, fluoro, rame, potassio e magnesio. Per questo i suoi benefici sono molto più articolati delle affezioni respiratorie.

Una seduta nella grotta del sale è molto utile che in caso di problemi alla pelle come la psoriasi, l'eczema ed alcune dermatiti e può avere effetti benefici anche sulla psiche, contrastando stress e stanchezza.

Controindicazioni per la grotta del sale

Il sale ionizzato che viene inalato nella grotta del sale contiene iodio, quindi l'haloterapia non è indicata per tutte le persone che soffrono di ipertiroidismo. Inoltre, bisogna essere cauti anche se si soffre di ipertensione, insufficienza renale oppure insufficienza cardiaca o congiuntivite. La grotta del sale non è indicata per chi è sottoposto a chemioterapia, per chi ha eèisodi recenti di emorragie o epistassi (sangue dal naso).
Contattaci per ulteriori informazioni

Richiedi Informazioni