prima-sauna-o-bagno-turco

Prima sauna o bagno turco: vivere la spa al meglio

Prima sauna o bagno turco?

La domanda nasce spontanea: prima sauna o bagno turco? Chiunque si accinga ad entrare per la prima volta in una Spa, ovvero un centro benessere multifunzionale dove poter avere diversi trattamenti per il nostro corpo, rilassando al contempo la mente, è stato assalito dal dubbio su come effettuare la giusta sequenza. Per un profano le due attività sembrano del tutto simili, ed è facile confonderle, per cui superficialmente si può anche pensare che non cambi molto fare prima l'uno e poi l'altra, o viceversa. E invece vi è una risposta precisa alla domanda se sia meglio fare prima sauna o bagno turco: proviamo a rispondere nei capitoli successivi, descrivendo sinteticamente cosa comportano queste due attività all'interno di una Spa.

Prima sauna o bagno turco: perché non è la stessa cosa

Apparentemente simili ma differenti dicevamo, e allora per rispondere al quesito posto iniziamo descrivendo virtù e caratteristiche delle due attività. La sauna finlandese, questo il nome completo di tale pratica, è una stanza connotata da temperature molto elevate e bassa umidità, in cui si arrivano a sfiorare anche i 100 gradi partendo da un minimo non inferiore a 80 gradi. Entrare in una stanza del genere comporta per l'organismo un'intensa attività di sudorazione, motivo per cui nella sauna finlandese in genere non si sta che pochi minuti, anche se spesso nei film vediamo i personaggi restare per un tempo che pare interminabile. Ma nella realtà di un centro benessere, non si sta lì dentro che per poche lancette di orologio.

E veniamo invece alle caratteristiche del bagno turco, denominato anche hammam, che al contrario della sauna ha una temperatura decisamente inferiore, tra i 40 e i 60 gradi, ed è letteralmente un bagno di vapore poiché vi è un'alta presenza di umidità all'interno della stanza: pertanto possiamo dire che i due trattamenti spesso confusi l'uno con l'altro sono in realtà opposti per peculiarità. E allora prima sauna o bagno turco? Adesso spieghiamo qual è la corretta sequenza.

Sauna bagno turco sequenza

Possiamo rispondere con assoluta fermezza che la corretta sequenza preveda prima il bagno turco e poi la sauna finlandese, per i seguenti motivi legati alle conseguenze fisiologiche di questi due trattamenti standard presenti in tutti i migliori centri Spa italiani. Perché prima il bagno turco? Merito del vapore generato dall'umidità all'interno della stanza, che contribuisce a liberare le tossine presenti all'interno del corpo in virtù di un'azione di apertura dei pori presenti sull'epidermide. Successivamente il percorso di un centro benessere prevede qualche minuto di sauna finlandese, che completa la depurazione dalle tossine grazie alle sue elevate temperature che comportano un notevole aumento della sudorazione. Circa la regolazione della temperatura della sauna, si consiglia di rivolgersi agli addetti della Spa per farlo, poiché si tratta di un trattamento piuttosto delicato che rischia di stressare il nostro organismo invece di rilassarlo, se si eccede nella resistenza al calore come nella durata del trattamento.

Prima sauna o bagno turco: le controindicazioni

Detto che la corretta sequenza prevede prima il bagno turco e successivamente la sauna finlandese in un efficace percorso Spa, tali trattamenti non sono consigliati a tutti, proprio per le caratteristiche congenite che possono cozzare con eventuali patologie anche lievi di cui soffre il nostro organismo. Ad esempio l'alto livello di umidità rende il bagno turco inadatto a chi soffre di reumatismi, mentre la sauna finlandese è fortemente sconsigliata a chi soffre di pressione bassa. In generale per fare questa corretta sequenza bagno turco-sauna finlandese bastano pochi indumenti leggeri, il costume da bagno o un pantaloncino comodo, l'accappatoio, le cuffie da piscina e le ciabatte, più un paio di asciugamani per la doccia e per asciugarsi il sudore.

Contattaci per prenotare la tua giornata in spa

Richiedi Informazioni